• Nel restauro la forza del gruppo

    Nel restauro la forza del gruppo

Dal 1975 nel settore dei Beni Culturali

Sin dalla sua istituzione (1975), la COO.BE.C. collabora con le politiche di tutela, sia su territorio regionale che nazionale, al servizio degli Istituti decentrati del Ministero dei Beni Culturali, di enti locali ed ecclesiastici.

  • Archivio dei restauri
    Archivio dei restauri Accedi ed effettua una ricerca sui restauri eseguiti da COO.BE.C in oltre 40 anni di attività
  • Deposito opere
    Deposito opere Servizio di ricovero di opere d'arte in ambiente climatizzato e costantemente monitorato
  • Disinfestazione
    Disinfestazione Due tipi di servizi di disinfezione/disinfestazione: 'a domicilio' con Kill Box System oppure presso nostra sede in camera ipobarica 
  • COOBEC @ UBM - Umbria Business Matching

    La COO.BE.C. oggi, 25 novembre 2016, sarà presente come espositore al Centro Umbria Fiere di Bastia Umbra per l'evento organizzato da Confindustria UBM -Umbria Business Matching.  Venite a trovarci!

  • SPOLETO - Movimentazione, pronto intervento e ricovero di beni culturali mobili

    21/10/2016 - Presso il laboratorio COO.BE.C., sono attualmente in corso i lavori di pronto intervento su opere mobili provenienti dai depositi del Museo della Castellina e della Chiesa di S.Rita di Norcia. I beni, movimentati dai depositi in cui furono ricoverati in occasione degli eventi sismici in Valnerina ed in Umbria nel '79 e nel '97, constano di pale d'altare, dipinti su tela e su tavola, sculture lignee, crocifissi, candelieri, macchine d'altare smontate, tessuti e paramenti sacri, tutti beni che vennero portati via d'urgenza da edifici pericolanti o inagibili, in attesa di essere ricollocati. Il progetto di movimentazione trasporto e messa in sicurezza è della Stazione Appaltante, il Laboratorio di Diagnostica dei Beni Culturali di Spoleto, e finanziato con fondi regionali.   

  • Assisi  - Traslazione del Crocifisso di San Damiano

    15/06/2016  – E’  stato trasferito dagli operatori COO.BE.C. nell’originaria sede della Cappella di San Giorgio in San Damiano il famoso crocifisso che nel 1205, secondo quanto raccontato nella Legenda Maior di San Bonaventura, dai ruderi di questa chiesetta extraurbana parlò a San Francesco esortandolo a ricostruire la sua casa (“Francesco, non vedi che la mia casa sta crollando? Va’ dunque e ricostruiscila!”), esortazione metaforica che segnerà l’intero percorso spirituale del santo.  Il crocifisso rimase custodito in questa chiesa dalla comunità delle sorelle clarisse, qui raccoltesi, fino alla morte di Santa Chiara avvenuta nel 1253.

    Quando, nel 1257,  fu completato il progetto di costruzione della Basilica a lei intitolata e l’intera comunità delle sorelle clarisse si trasferì nell’annesso Protomonastero, al centro di Assisi, insieme al corpo della santa venne traslato in questo edificio anche il crocifisso, dove tuttora è custodito.

    Eccezionalmente, dal 15 al 19 giugno, otto secoli dopo questo storico trasferimento ed in occasione dell’anno giubilare, l’opera originale si reinsedia nel luogo di provenienza e sarà qui visitabile, dove finora l'ha rappresentato una sua copia.

    Gallery del trasferimento (dal Corriere dell'Umbria)

    un sogno straordinario (dal sito OFM Assisi)

    video youtube

    Intervento ed analisi diagnostiche sul crocifisso nei laboratori COO.BE.C. (2000)

  • Positano,  Chiesa di S. Maria Assunta  e villa romana

    La COO.BE.C., dall'inizio del 2015, unitamente alle imprese Brigante-Engineering srl e POMPA srl, è impegnata nei lavori di restauro di vari ambienti appartenenti al complesso della Chiesa di S.Maria Assunta in Positano, finanziati dai fondi FESR 2007 - 2013 della Regione Campania. L'intervento sta riguardando oltre l'attuale edificio di culto, vani medievali (cripte superiore e inferiore) e corridoi reimpiegati nel tempo come cimitero abbaziale, anche altri ambienti riconducibili al I sec. d.C., emersi già negli scavi del 2000, e facenti parti di una Villa romana distrutta dall'eruzione del Vesuvio del 79 d.C. In uno questi è emersa una parete affrescata in perfetto IV stile pompeiano dalle tipiche architetture illusionistiche, improbabili, puramente decorative. Gli scavi in questo ambiente stanno proseguendo insieme all'attività di restauro e portando alle luce nuove sensazionali scoperte. 



    19/07/2015 - visita guidata e presentazione risultati in "Architetture Ingannevoli"

    05/09/2015 - aggiornamento Rainews delle scoperte in corso 

    10/03/2016 - viene realizzato un sito internet dedicato alla Villa Romana

    8/06/2016 - aggiornamenti sullo storico NATIONAL GEOGRAPHIC (Italia)

  • Assisi, Chiesa Nuova o di San Francesco Converso

    22/11/2014 - Presentazione dei risultati 

  • Newsletter

    Resta informato sulle numerose attività di COO.BE.C effettua subito l'iscrizione gratuita alla nostra newsletter.

  • San Francesco. Affreschi di Benozzo Gozzoli
    Montefalco - L'opera del noto artista rinascimentale Benozzo Gozzoli è stata restaurata a cura del Ministero dei Beni Culturali con l'impiego dei fondi raccolti dal Gruppo Editoriale L'Espresso, divisione La Repubblica.
  • Santa Cappella della Porziuncola
    S. Maria degli Angeli - Assisi - Il restauro della Porziuncola è stato il primo intervento impegnativo ad essere portato a termine dalla COOBEC a seguito del terremoto del 27 settembre 1997. Condotto tra i mesi di settembre 1997 e febbraio 1998 ha compreso indagini conoscitive e diagnostiche dei materiali...
  • Teatro Mancinelli
    Orvieto - Il restauro del teatro Mancinelli, splendido esempio di architettura neoclassica, è stato realizzato grazie ai finanziamenti FIO e alla legge speciale n.545/87 che prevedeva interventi per il consolidamento ed il restauro delle strutture di interesse monumentale ed archeologico di Todi e Orvieto.

Pubblicazioni